postmatch del tecnico messicano Brasile Maglie da calcio

Le parole postmatch del tecnico messicano Juan Carlos Osorio, che criticava Neymar per la sua simulazione ed esagerazione, erano chiaramente in parte motivate dall'amarezza della sconfitta per 2-0 contro il Brasile.

A parte un momento di isterici degni di Oscar, la star brasiliana era relativamente moderata nelle sue buffonate contro il Messico. Anche così, mentre i suoi sprazzi di immenso talento hanno fatto pendere l'equilibrio dal Brasile, gran parte della reazione mondiale - sia Brasile Maglie da calcio convenzionale che social media - si è concentrata sul comportamento dell'uomo nella famosa maglietta gialla numero 10.


Questo è sfortunato. Il Brasile contro il Messico è stato un bello spettacolo, con entrambe le squadre che cercavano di imporre il proprio gioco sull'altro, proprio come dovrebbero essere le partite ad eliminazione diretta ai Mondiali. Ma date le reazioni estreme provocate da Neymar, è anche inevitabile, ed è improbabile che questo vada via, durante questo torneo o nella carriera di Neymar. Può essere modificato - vale la pena speculare sul fatto che l'allenatore Tite si sforzi di fare questo dietro le quinte - ma è improbabile che cambi radicalmente. Neymar è quello che è, e il calcio ha una straordinaria capacità di far emergere i tratti della personalità.

Innanzitutto, c'è Neymar la persona. Spesso si presenta come un giovane piacevole e coinvolgente. Ma c'è anche qualcosa dell'adolescente permanente su di lui, un ragazzo principe con una tendenza occasionale a sembrare un moccioso. È, come chiarisce la sua maglietta, Neymar Junior, un uomo di 26 anni che si definisce ancora come un figlio.

È il centro viziato di un impero commerciale che suo padre ha creato intorno a lui? maglie Francia bambino Certamente ci sono giornalisti brasiliani - come posso attestare dal fare anni di programmi televisivi con loro - che hanno poco tempo da dedicare a lui. Come uno mi ha detto di recente: "A nessuno è permesso di intromettersi nella sua felicità".

Quelli di questa scuola di pensiero erano sconvolti dalle sue lacrime alla fine della partita del Costa Rica, con cui l'intera campagna di Coppa del Brasile del Brasile, sostengono, si riduce a un dramma che riguarda esclusivamente Neymar.

D'altra parte, comunica molto bene e naturalmente maglie Uruguay bambino con milioni di giovani. Potrebbe essere giusto vederlo come un potente simbolo di una generazione sovraprotetta e sovraffollata.

È, ovviamente, anche un calciatore magnifico. Così naturalmente dotato è Neymar che, al suo meglio, tutti gli altri sul campo sembra giocare al rallentatore. Superbilanciato, è capace di un'improvvisa incessante al ritmo, e colpisce la palla su entrambi i piedi con potenza, veleno e precisione.



Ma come calciatore, anche lui è un prodotto del suo ambiente. Negli ultimi decenni, il gioco brasiliano ha adottato un criterio per i falli che non è al passo con il resto del mondo. Le squadre di Brasile Maglie da calcio club brasiliane hanno spesso problemi durante le competizioni internazionali. Sono abituati a considerare il contatto fisico minimo un fallo. Un ex arbitro brasiliano, Leonardo Gaciba, una volta mi ha detto che ha usato un criterio diverso per i giochi domestici rispetto a quello che ha applicato alla Coppa Libertadores, la Champions League del Sud America. In Brasile, soffiava per tutto.

Neymar ha portato questo agli estremi. Vale la pena notare che non è un calciatore di strada vecchio stile. Crescere in circostanze così informali è un'educazione per giocatori abili ed esperti. Un'abilità base di sopravvivenza è la conoscenza di quando andare per il dribbling e quando spostare rapidamente la palla. Questa non è la storia di Neymar. È in prima linea in una generazione moderna, più ospitale, che ha attraversato il futsal.

Quando Neymar crebbe, c'era sempre un arbitro presente e l'uso dei funzionari per ottenere calci liberi divenne la sua strategia di autodifesa. Questo lo rende molto difficile da arbitro.

Come tutti i giocatori di grande talento nella storia del gioco, è molto più peccatore che peccatore. Gli avversari sono sempre fuori per impedirgli di applicare le sue abilità al gioco. Il problema è che la sua reazione spesso lo porta fuori dai codici del calcio, in quanto può sembrare credere che il gioco sia uno sport senza contatto e che qualsiasi contatto su maglie Mondiali di Calcio 2018 di lui sia automaticamente un fallo. Visto in questa luce, non tutta la sua simulazione è in realtà una simulazione. Crede sinceramente di essere stato imbrogliato.


Anche Neymar sembra avere una soglia del dolore estremamente bassa. È giusto supporre che semplicemente non avrebbe potuto rimanere nel gioco al più alto livello prima della Coppa del Mondo del 1994, quando la FIFA lanciò un giro di vite da dietro. Sicuramente non sarebbe stato in grado di resistere alla punizione costante che è stata disposta, ad esempio, a Diego Maradona.
Sign In or Register to comment.